Il Cammino di Rossella

Capita di pensare alle vacanze con nostalgia, di certi panorami che rimangono negli occhi. Quando però il desiderio si rifà di più alle persone incontrate, allora sai che non è stato il solito viaggio.

A raccontare la propria esperienza è Rossella Macchetto, 36 anni, originaria di Biella e residente a Reggio Emilia, che ha percorso un tratto del Cammino di Santiago di Compostela. Continua a leggere “Il Cammino di Rossella”

Luca Patrian premiato ad Alba

Lunedì scorso, 18 settembre, Luca Patrian, titolare dell’omonimo negozio di alimentari di Camandona, è stato premiato da Beppino Occelli in persona, a Bra, a Casa Occelli appunto, con il titolo di “Beppino Occelli brand ambassador – Cheese 2017”. Continua a leggere “Luca Patrian premiato ad Alba”

Wilma e Romeo cercano famiglia

Il gruppo delle Volontarie biellesi cerca una casa per Wilma e Romeo. In una nota si legge:

“Wilma e Romeo sono arrivati al ‘Progetto Pandora’ di Massazza (BI) con le loro paure e insicurezze e piano piano le stanno affrontando positivamente. Continua a leggere “Wilma e Romeo cercano famiglia”

“Festeggiamo cinquant’anni di attività”

È il primo agosto 1967 quando Delfina apre il negozio di generi alimentari e tabaccheria in località La Villa di Sandigliano. Perché la bottega funziona e averne una vicino casa è considerata una comodità non da poco. Continua a leggere ““Festeggiamo cinquant’anni di attività””

“Vicini alle persone e alla natura”

L’Associazione di volontariato di protezione civile, Corpo Aib, di Masserano con i suoi quindici operatori, attua sul territorio boschivo del Biellese Orientale, tecnicamente definito area 38, servizi di prevenzione, pattugliamento e bonifica, oltre allo spegnimento degli incendi. Il caposquadra è Mauro Robioglio, 57 anni, da 25 volontario. Continua a leggere ““Vicini alle persone e alla natura””

Una storia tutta biellese

Quelle sere d’estate che in pianura boccheggi per l’afa, salire alla conca di Oropa dà una tregua. Se poi ti ritrovi sotto ad un tetto di lose, circondato da legno e tradizione, mentre dalla vicina cucina arrivano certi profumi, ti senti definitivamente in vacanza. Continua a leggere “Una storia tutta biellese”

Un regalo della vita

Il treno passa, e si ferma ogni ora, perché la stazione di Salussola è punto di scambio sulla linea regionale Biella/Santhià, anche se non esistono più la sala d’aspetto e tutti gli altri servizi. A farne le veci in termini di accoglienza però, dall’inizio di agosto, è di nuovo il Bar Trattoria “Stazione”. Il ristoro, che già agli inizi del Novecento era famoso per i suoi caffè, oggi si ripropone in una vesta rinnovata e con una storia da raccontare. Continua a leggere “Un regalo della vita”

“Sono belle persone”

Ieri, sabato, è stata inaugurata la nuova gestione dello “Snack bar” di via Roma a Valle Mosso. La storica attività, una delle più longeve del paese, può finalmente tirare un sospiro di sollievo. Lo scorso maggio, infatti, avevamo scritto in un precedente articolo che “rischiava di chiudere”. Ad occuparsene è Alessandro, 45 anni. Continua a leggere ““Sono belle persone””

“Rustiche e antiche”

Situato a poco più di mille metri d’altezza, è uno dei negozi di generi alimentari più “in quota” del Biellese. Per arrivarci percorri sentieri in ciottolato, scalini in pietra o, per scegliere la via più agevole, attraversi il parco giochi, come indica il cartello. Continua a leggere ““Rustiche e antiche””

“Sono rimasta soltanto io”

Poco più di novecento abitanti e un negozio di generi alimentari. Questa è la fotografia di Tavigliano, in Valle Cervo, dove trovi ancora i bambini che giocano per strada e il cane che attende fuori dalla bottega e che neppure si sposta quando passa un’auto, tanto lo sa che faranno attenzione. Perché ci si conosce tutti. Continua a leggere ““Sono rimasta soltanto io””

Quel buon profumo del pane

Quando ancora sei alle prese con il parcheggio dell’auto e già ti arriva al naso quel buon profumo del pane, sembra di raccontare una storia di ieri. A Mottalciata invece, pardon, alla Motta, come si dice nella parlata, succede ancora. Tutte le mattine, ininterrottamente dal 1967. Continua a leggere “Quel buon profumo del pane”

“Il telefono si è fatto rovente”

È diventato un punto di riferimento per chi ama il cucito creativo e l’hobbistica femminile, tanto che all’esposizione del cartello “cedesi attività”, il telefono si è fatto rovente per le manifestazioni di dispiacere. Continua a leggere ““Il telefono si è fatto rovente””

Un’esperienza felice

Ci sono rane disseminate ovunque. Le vedi fare capolino dalla zuccheriera, dalla cima di un tappo. Impegnano addirittura una mensola, dove ne scorgi una collezione. Perché la rana, in un paese circondato dalle risaie qual è Gifflenga, è di casa. Hanno ripreso l’anfibio pure sull’insegna della trattoria, alla Petit Taverne. Continua a leggere “Un’esperienza felice”

“Quando non mi trovi sono a Camandona”

“Quando non mi trovi sono a Camandona” si legge all’Ufficio turistico di frazione Bianco, di Camandona appunto. Perché è nelle emozioni che si provano passeggiando sui sentieri, all’ombra dei castagni, respirando aria tersa, che la scopri sorprendente. Così dice il ritratto promozionale, ma nella scala dei valori probabilmente si stanno scegliendo pioli diversi, perché a fare due passi in paese s’incontra appena qualche pensionato, a volte il cantoniere. E siamo a luglio, mese in cui i cittadini dovrebbero venire a cercare il fresco e ad aprire le persiane delle seconde case. Continua a leggere ““Quando non mi trovi sono a Camandona””