L’Istituto “Gae Aulenti” di Biella premiato alla “Tre giorni per il giardino”

Nessuno se l’aspettava. Ma è arrivata la menzione per il miglior esempio di attenzione ecologica e sostenibilità ambientale. L’Istituto IIS “Gae Aulenti”, indirizzi Agrario e Alberghiero, di Biella, è stato premiato alla 28° edizione di “Tre giorni per il giardino” che si è svolta lo scorso fine settimana (dal 3 al 5 maggio) al Castello di Masino, a Caravino (To).

Il riconoscimento premia il progetto interdisciplinare che educa alla coltivazione di fiori e piante edibili, di uso alimentare, e al loro utilizzo nell’arte culinaria, con ricette sorprendenti.

“La finalità è valorizzare la produzione agricola in cucina – spiega il professor Alessandro Corbellini che segue i ragazzi -. Abbiamo spiegato ai nostri allievi come coltivare e come portare in tavola il prodotto. È un lavoro interdisciplinare fra indirizzi scolastici diversi, che porta dalla materia prima al piatto”. 

La mostra mercato del verde di Masino è riconosciuta a livello internazionale come una delle manifestazioni più rilevanti del settore. Va da sé che anche la menzione renda merito all’impegno. 

“Essere alla Tre giorni di Masino con un nostro stand significa sostenere l’idea del paesaggio in senso lato, ossia concepire l’orto e il giardino come un unico spazio, bello, buono e in definitiva ecosostenibile. L’area espositiva della scuola è stata allestita con balle di fieno, piatti e bicchieri di carta. Un messaggio duplice, anche triplice, se consideriamo la bellezza ottenuta con tanta semplicità da oggetti di uso quotidiano, in cucina. Con le lezioni di orticoltura, di paesaggismo e di degustazione, educhiamo al lavoro su varietà alimentari che possono apparire insolite, come i fiori di trifoglio, le pratoline, la lavanda, l’aglio orsino o i fiori di begonia, che sanno di melagrana. Dobbiamo comprendere il bello, il buono e il divertente come un’unica entità – conclude Corbellini -. Per la nostra scuola, la menzione è uno stimolo a proseguire con i progetti interdisciplinari, affinché escano dalla sperimentazione e diventino concreti, davvero aderenti al mondo reale, alla vita”.

Testo e fotografie di Anna Arietti

(tranne l’immagine utilizzata per la copertina)

L’articolo è stato inviato anche a tutta la stampa biellese.

s1s2

I diritti relativi ai testi, alle fotografie e ai video presenti in questo portale, ove non diversamente indicato, sono di proprietà di chi collabora con noi e degli autori stessi.

L’utilizzo di piccole parti è concesso a condizione che venga sempre citata la fonte, nome e cognome dell’autore e questo sito web. Siamo grati a coloro che ce ne daranno comunicazione.

Per informazioni o segnalazioni potete scrivere a cartabiancamedia(at)gmail.com .