Nella conca di Oropa c’è un uomo che sa dominare il tempo

Nella conca di Oropa c’è un uomo che sa dominare il tempo.
È fermo dinanzi ad una mensola in legno, ancorata al muro, di quelle che si utilizzavano come base di appoggio per scrivere messaggi, cartacei s’intende.

Un pensiero al passato viene spontaneo, ma non dello stesso parere sarebbe lui, che si sta organizzando il lavoro per benino.

Le cartoline da compilare sono allineate a destra. La mano con la biro fra le dita ne afferra una e vi ondeggia sopra per brevi istanti.

In bella calligrafia immagino di leggere: “Cari saluti dal Sacro monte”.

Risollevato il cartoncino, mantenendo il dorso verso l’alto, lo sposta a sinistra. L’operazione si ripete diverse volte, con il medesimo garbo.

Quando finisco la mia tisana, prima di allontanarmi, guardo ancora nella sua direzione. E’ sempre là, avvolto in un comodo maglione, alle prese soltanto con quello che conta, senza premura.

testo e fotografia di Anna Arietti
riproduzione riservata

pubblicato su Baffidigatto il 13 marzo 2016