Serata informativa sul modello “Sente-Mente”

Venerdì 20 aprile alle ore 20.45 nell’area eventi “G. Pizzaguerra” di Villa Ranzoni a Cossato si terrà la presentazione del progetto culturale e di cura Sente-Mente®, modello di cura italiano, innovativo, che aiuta le persone affette dal morbo di Alzheimer e i loro famigliari ad affrontare la malattia.L’iniziativa è rivolta ai medici, agli operatori del settore socio sanitario e assistenziale, agli amministratori, alle associazioni di volontariato e alla popolazione.

Nel comunicato stampa si legge:

“L’assessorato ai Servizi sociali del comune di Cossato, in collaborazione con l’ente Opera Pia Cerino Zegna onlus, rispondendo alle richieste e al bisogno espresso dai parenti di persone che vivono con l’Alzheimer e nell’impegno di sostenere attività che favoriscono la felicità, la salute e il benessere collettivo, propone una serata informativa sul progetto Sente-Mente®. Il progetto, che sta rivoluzionando il panorama socio-sanitario italiano e internazionale, è approdato nel nostro territorio (a Cossato) nel 2017 grazie alla ‘Felicitatrice’ dottoressa Emanuela Petit che ha tenuto, con grande professionalità e umanità, i Sente-Mente® laboratori, un ciclo di dodici incontri di gruppo rivolti a parenti e persone che ‘con-vivono’ ogni giorno con la demenza e la malattia con l’obiettivo di aiutarli ad affrontare con serenità la convivenza con chi soffre, ottenendo risultati sorprendenti.

Alla serata, oltre all’intervento di Enrico Moggio, in qualità di assessore ai Servizi Sociali del comune di Cossato e di medico, interverrà la dottoressa Paola Garbella, direttore generale dell’Opera Pia Cerino Zegna onlus.

Famiglie, caregivers e soprattutto le persone che ‘con-vivono’ con la demenza hanno bisogno di sapere che la vita non finisce con la diagnosi.

È questo l’obiettivo che si pone il progetto Sente-Mente®, un modello italiano, nato dall’intuizione di Letizia Espanoli, formatrice che da molti anni opera nel mondo socio sanitario a fianco delle famiglie e delle persone che ‘con-vivono’ con la demenza.

Sente-Mente® nasce nel 2014 e si fonda su pilastri scientifici che fanno riferimento alle più recenti ricerche universitarie d’Oltreoceano, che nel corso dell’ultimo anno hanno scelto di collaborare con il modello stesso per accrescerne sempre più la diffusione. Letizia Espanoli, nei prossimi mesi,  organizzerà conferenze in Svizzera e in Germania, per poi dedicarsi al primo Sente-Mente®Day negli Stati Uniti che si terrà il 18 Aprile a New York.

Il modello accompagna i protagonisti nel guardare con occhi nuovi alla malattia ed alla demenza per costruire idee, servizi e progetti capaci di andare all’essenza e a tutta la vita che è ancora racchiusa nel nocciolo della persona stessa.

Letizia Espanoli pone una domanda forte e dirompente: ‘La demenza, la malattia, sono solo tempo di fatica, perdita, angoscia? Oppure tra le loro pieghe si nasconde ancora possibilità?’ Un’intuizione: creare su tutto il territorio nazionale un’opportunità per le famiglie e i malati. Nuove idee, occasioni di incontri, laboratori condotti da operatori che vengono formati attraverso un training unico e innovativo: i felicitatori.

L’idea centrale è che le persone che ‘con-vivono’ con la demenza sentono le loro emozioni e quelle dell’altro fino alla fine. E se i disturbi del comportamento fossero linguaggio? L’urlo disperato di persone che chiedono di essere comprese e non sedate? Ecco allora che nuove conoscenze, nuove idee e nuove visioni sono necessarie.

I Sente-Mente® Laboratori diventano pertanto un viaggio: incontri in cui i Felicitatori offrono ai famigliari questa nuova visione della malattia fornendo strumenti innovativi per affrontarla. Sono occasioni per allenarsi ad una visione della demenza capace di sottolineare la vita, le emozioni e le possibilità che continuano ad esistere”.

Per avere ulteriori informazioni si può contattare  lo 015 9893504.