Le cantine biellesi a “I Rossi del Rosa”

Per la prima volta le cantine biellesi verranno coinvolte nella giornata dedicata a “I Rossi del Rosa, i grandi Nebbioli del Nord Piemonte”, evento che si svolgerà domenica 18 marzo. Il riconoscimento, frutto di un lavoro di concertazione portato avanti dalla Condotta Slow Food di Biella, consolida ulteriormente la vocazione vitivinicola del territorio.

“Il merito va alla forte cooperazione – commenta il segretario dell’Associazione Slow Food di Biella Roberto Costella -. Un’altra riflessione guarda alla dislocazione dell’evento che permetterà ai produttori che non potranno accogliere in proprio di aderire ugualmente alla giornata esponendo nei tre punti di aggregazione: l’Enoteca regionale del Biellese e della Serra a Lessona, il Museo del Bramaterra a Casa del Bosco e il Castello di Montecavallo a Vigliano Biellese”.

L’edizione 2018, promossa come detto da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta (Biella, Colline Novaresi e Vercelli), rientra nel circuito “Cantine a Nord Ovest” e conta sull’adesione di una cinquantina di aziende agricole che apriranno le porte agli appassionati per presentare la loro storia e far conoscere le dieci denominazione prestigiose del territorio: Gattinara, Ghemme, Boca, Bramaterra, Carema, Colline Novaresi, Coste della Sesia, Fara, Lessona e Sizzano.

“È un itinerario turistico ed enogastronomico che si svolge con auto propria tra cantine e colline del Nord Piemonte all’ombra della catena del Rosa, degustando vini e assaggi di specialità alimentari tipiche del territorio – si legge in una nota diffusa dagli organizzatori -. La formula è quella classica, non cambia, ma sono davvero numerose le novità dell’edizione 2018 de ‘I Rossi del Rosa’.

L’evento incarna perfettamente i valori di Slow Food e offrirà, a chi parteciperà un’esperienza unica, a spasso tra le colline piemontesi, di cantina in cantina, alla scoperta di terre, vini e specialità tipiche, di donne e uomini che producono tramandandosi segreti e tradizioni generazione per generazione.

Sullo sfondo di paesaggi mozzafiato, alcuni dei quali patrimonio dell’Unesco, i visitatori potranno andare alla scoperta di cantine, magari anche aperte per la prima volta: ad aspettarli decine e decine di etichette, ciascuna raccontata con passione dal proprio produttore. In famiglia, in gruppo, in auto, qualcuno persino in bicicletta, cartina e programma alla mano e bicchiere al collo, ciascuno è libero di organizzare il proprio giro.

‘I Rossi del Rosa’ danno così il via al circuito ‘Cantine a Nord Ovest’, la rassegna itinerante ed enogastronomica in sette tappe organizzata da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta per promuovere e far conoscere i vini del Piemonte.

‘I Rossi del Rosa’ sono aperti ai soci Slow Food ma anche a chi non lo è ancora e potrà partecipare e associarsi nei due punti di partenza previsti a Fontaneto d’Agogna, nella Sede della condotta Slow Food delle Colline Novaresi/Centro culturale ‘G. Deledda’ in piazza Unità d’Italia, e a Lessona, all’Enoteca regionale del Biellese e della Serra, in via XI Febbraio 13. Proprio nelle due partenze sono inoltre previsti aperitivo e ‘collaudo’ bicchieri con Nizza Docg, protagonista della tappa successiva di ‘Cantine a Nord Ovest’ in programma per il 22 aprile a Nizza Monferrato.

La giornata si chiuderà a Gattinara, all’Enoteca del Gattinara, in corso Valsesia 112, per un brindisi finale con sorpresa. La manifestazione si svolgerà anche in caso di maltempo”.

Anna Arietti