Il “falò dla bundansia” di Rongio

“Il 2017 sarà un anno buono” avevano detto le faville del falò dell’abbondanza di Rongio Superiore di Masserano (Biella) un anno fa, girando verso est. Comunque sia andata, la sera del 24 dicembre il fuoco verrà di nuovo acceso, sempre sul sagrato della chiesa di Sant’Orso, come tradizione vuole.

Se le “faluspe”, scintille, del “falò dla bundansia” verranno spinte nella medesima direzione, l’anno a venire porterà pane e vino. In caso contrario, se andranno verso ovest, ci saranno, si fa per dire, dodici mesi di miseria: “A la matin bundansia ad pan e vin, a la seira miseria”. Molto probabilmente però, gli avi la sapevano lunga in merito al vento che tira, considerando che spesso le fiamme guardano nella direzione benevola o, al massimo, lasciano nel dubbio.

“Per l’edizione 2017 – aggiungono gli organizzatori – il falò verrà acceso al termine della messa che inizierà alle 22.30. La funzione sarà allietata dal coro Biella Gospel Choir, mentre il freddo si potrà combattere gustando frittelle e bevendo un ottimo bicchiere di vin brulè”.

Anna Arietti

Il falò di Rongio 2016