Si battono le mani sulle spalle l’un l’altro

Sono tanti i ragazzi che badano alle vacche alla fiera agricola di Castellengo di Cossato, oggi, martedì. Li vedi a gruppi, in canotta o con la camicia a quadri, con gli scarponi ai piedi e l’immancabile bastone. Parlano in piemontese e mostrano entusiasmo da vendere.

“Hanno scoperto che per spuntarla occorre collaborare, aiutarsi – ti spiega Claudia, che ha esperienza nel settore -. Ai nostri tempi, alla loro età, eravamo ‘chiusi di testa’. Ognuno badava soltanto alle proprie tribolazioni. Invece oggi è proprio bello vedere come riescono a essere ragazzini appresso alle stupidaggini dei loro anni, come fanno un po’ tutti, senza però sottrarsi all’impegno e ai sacrifici che il mestiere dell’allevatore comporta”.

Ridono e scherzano, si battono le mani sulle spalle l’un l’altro, è un vivere la terra in modo più consapevole, perché condividere non toglie nulla, anzi, arricchisce. È un fare che piace e che apre il Biellese a nuove opportunità.

testo e fotografie di Anna Arietti
pubblicato su BiellaCronaca.it il 25 aprile 2017
titolo originale: “Tra entusiasmo e dialetto”
pubblicato su Baffidigatto il 26 aprile 2017
RIPRODUZIONE RISERVATA