Una grande passione per la vita

“I sogni sono desideri e spesso restano tali. Li portiamo dentro per anni. La maggior parte delle persone addirittura per tutta la vita. Alcuni si impegnano per realizzarli, ma quando sono a un passo dalla meta, mollano tutto. Perché lasciare questo al caso?”. Già perché?

Alexander Coen, 46 anni, di Cossato, si pone la domanda e trova la risposta. Non solo. Dopo aver applicato con successo la formula alla sua vita, in seguito a un periodo difficile, la condivide, perché, come dice lui stesso, “voglio aiutare altre persone a fare altrettanto”.

Alexander è un personaggio insolito, ma in positivo. Nutre una grande passione per la vita.

“I problemi fanno parte dell’esistenza – spiega -. Sono inevitabili. La differenza sta nel gestirli. Io l’ho fatto con la mia attività lavorativa. Ho trasformato i debiti cattivi in debiti buoni. Non dobbiamo farci schiacciare, anzi è importante agire, decidere, oppure la vita lo farà per noi. E come si fa? Dobbiamo motivarci per rimanere in equilibrio e ci sono diverse tecniche che aiutano a farlo. In genere le leve che portano al desiderio di cambiare, per migliorare, sono due: l’ispirazione e la disperazione”.

Alexander nasce come imprenditore, commerciando mobili, e ora gestisce anche un bed&breakfast, ma non sono quelle le sue strade.

Un anno fa vive il suo sogno, restaura un furgone Volkswagen del 1966, trasformandolo in casa, e trascorre tre mesi alle Isole Canarie. In quel lasso di tempo scrive un libro: “Come ho fatto. Scopri come trasformare il tuo sogno in realtà”. “Ho scelto di vivere un periodo di tempo fuori dai soliti schemi ai quali siamo abituati – dice ancora -. Ho voluto toccare con mano cosa significa la vita senza tutte quelle cose superflue a cui siamo siamo abituati. È stata un’esperienza che mi ha ulteriormente arricchito e soprattutto mi ha ricaricato di energia buona. È importante fare chiarezza su quelli che sono gli obiettivi che si vogliono perseguire. In questi anni ho investito molto nella mia formazione. Ho frequentato tantissimi corsi con i migliori trainer e adesso, da coach io stesso, da guida, voglio aiutare altri a realizzare i loro propositi. Le avversità si possono trasformare in opportunità. A breve partirò di nuovo per Tenerife per preparare un format, un corso, da proporre. I traumi improvvisi, le crisi famigliari o lavorative, sono esperienze che se gestite al meglio, diventano opportunità di crescita – conclude -. Auspico che il mio libro possa essere utilizzato come una fonte di ispirazione per ‘fare’, oppure come un diario di viaggio; in ogni caso penso che si impari qualcosa di nuovo”. Il libro è edito da “Arte della Stampa”.

testo di Anna Arietti

fotografia messa a disposizione da Alexander

riproduzione riservata